180
Automotive insights È arrivata la terza generazione



È ARRIVATO L'ACCIAIO ALTORESISTENZIALE DI TERZA GENERAZIONE

È arrivata la terza generazione

Un esame più approfondito dell'acciaio altoresistenziale di terza generazione e del futuro dell'industria automobilistica, dal punto di vista del materiale.

Un nuovo termine si è diffuso ultimamente nel settore dell'automotive: acciaio altoresistenziale di terza generazione (AHSS). Viene definito sempre più spesso il materiale del futuro dell'industria automobilistica, eppure in tanti non sanno cosa sia effettivamente e quale possa essere il suo impatto.  Per dare delle risposte, bisogna fare un passo indietro nel tempo. 

Alta resistenza

Tutto è iniziato negli anni '80, con il cosiddetto AHSS di prima generazione. Il motore di quella innovazione era raggiungere l'obiettivo della sicurezza: questi nuovi acciai fornivano alle case automobilistiche e agli OEM una resistenza superiore rispetto all'acciaio convenzionale. Oggi, l'acciaio Dual-Phase, l'acciaio martensitico e l'acciaio Complex Phase costituiscono la spina dorsale delle scocche nude e le caratteristiche citate continuano a essere sviluppate e ottimizzate da miglioramenti costanti. 

La duttilità di quei materiali iniziali era buona, ma non sempre erano di facile utilizzo.

Seguirono gli AHSS di seconda generazione. Introdotti circa un decennio fa, questi materiali miravano a una combinazione eccellente di resistenza e duttilità. Eppure, alla fine, i costi elevati e le difficoltà in fase di lavorazione si sono tradotti in uno scarso valore commerciale. 

Tutto sta nella duttilità e nella facilità di utilizzo.

Oggi siamo giunti all'AHSS di terza generazione. Si tratta di acciai, ancora in via di sviluppo, che consentono di mantenere una parte importante di austenite, trasformata in martensite durante la formatura. Ad esempio, QP (tempra e partizionamento) e gli acciai Medium Manganese sono considerati AHSS di terza generazione.

Ma per cosa si distinguono questi nuovi acciai? In due parole, la duttilità e l'usabilità è stata ottimizzata rispetto agli AHSS di seconda generazione. L'AHSS di terza generazione dimostra un'eccellente combinazione di resistenza e duttilità. Per duttilità si intende che questi acciai possono essere formati a freddo per ottenere geometrie più complesse rispetto all'AHSS di prima generazione. Inoltre, dopo la formatura mantengono una duttilità di materiale maggiore, utile per le prestazioni ai crash test. Inoltre, l'AHSS di terza generazione potrebbe rappresentare un punto di svolta nei componenti strutturali delle scocche nude: il rapporto resistenza/peso è eccellente e i costi sono inferiori rispetto alle soluzioni classiche, come profili di alluminio o acciai al boro stampati a caldo. La maggiore duttilità deriva da un maggiore contenuto di lega rispetto agli acciai AHSS di prima generazione. Un aspetto che pone però altre difficoltà in termini di saldabilità, infragilimento da idrogeno e infragilimento da metallo liquido, ad esempio. I produttori di acciaio stanno collaborando con gli OEM per rispondere a tali sfide.

Il punto della situazione

Attualmente, l'AHSS di terza generazione è ancora nella prima fase di sviluppo. Mentre alcune aziende hanno già lanciato prodotti specifici con questa classificazione, altre, come SSAB, stanno lavorando a ulteriori sviluppi.  È importante notare che, al momento, non si sa quali concetti e qualità formeranno il DNA dell'AHSS di terza generazione. Tuttavia, la collaborazione continua tra acciaierie e OEM del settore automobilistico porterà all'affermazione di alcune qualità comuni. Al fine di salvaguardare la sua storia e le competenze in materia di acciai altoresistenziali, SSAB ha scelto di adottare un sistema orientato al mercato più che allo sviluppo. Pertanto, quando saranno lanciati, nel 2018, i prodotti di terza generazione garantiranno prestazioni affidabili che offriranno davvero un valore aggiunto al cliente. 

L'ascesa dell'AHSS di terza generazione dimostra anche la polivalenza di questo materiale. Dopo migliaia di anni di utilizzo del ferro e centinaia di anni di impiego dell'acciaio, è ancora possibile sviluppare qualità innovative.  L'acciaio non è affatto un materiale obsoleto. Anzi, è in continuo miglioramento. Ciò significa che un giorno si arriverà all'AHSS di quarta generazione. 


Newsletter Automotive Insights

Iscriviti ad Automotive Insights, la nostra newsletter mensile gratuita, e riceverai articoli e approfondimenti su questioni che possono interessare la tua azienda.

 

ISCRIVITI