180
Il pieno potenziale

 

Iscriviti oggi stesso alla newsletter trimestrale sugli acciai speciali
per ricevere le ultime notizie sull’acciaio performante Strenx®

 

Iscriviti alla newsletter

Il pieno potenziale

McConnel, produttore britannico di soluzioni per la manutenzione della vegetazione, non è estraneo a lavorare con acciaio altoresistenziale. Ora, l’azienda ha portato l’utilizzo di questo materiale a un livello completamente nuovo, sviluppando un prodotto mai visto prima sul mercato né tantomeno ritenuto possibile.

Primi sul mercato
McConnel ha lanciato il primo tagliasiepi montato su trattore ancora negli anni ’40. Da allora, è sempre stata all’avanguardia del settore per quanto riguarda l’innovazione. Così, quando il suo distributore olandese si è presentato nel 2016 con l’idea di un nuovo tagliasiepi compatto con estensione variabile (VFR), McConnel ha deciso di costruirlo da zero – e dall’acciaio performante.

“Un braccio con estensione variabile su un tagliasiepi offre una migliore stabilità su terreni in pendenza e migliori efficienze operative, data la maggiore portata. Inoltre, non è necessario scambiare i trattori per operazioni di taglio difficili“ spiega Arnaud Henry Lefort, ingegnere progettista presso McConnel.

Il nuovo VFR dovrebbe essere compatto e abbastanza leggero da consentire ai trattori più piccoli di utilizzare in modo efficiente il taglio della vegetazione su piccole carreggiate e piste ciclabili. Pertanto, ottenere la giusta stabilità strutturale e rigidità torsionale, con l’utilizzo di materiali leggeri, sarebbero le sfide principali.

Comprendere le possibilità
Per ricevere assistenza nella scelta della tipologia di acciaio e del design giusti, McConnel si è rivolta a SSAB.

“McConnel è un cliente SSAB di lunga data e per questo progetto di sviluppo ha partecipato a numerosi seminari per acquisire conoscenze su quali siano le possibilità effettive dell’acciaio altoresistenziale” spiega Aaron Middleton, Tech Support Special Steels, SSAB. “Per il concetto di design, abbiamo guardato a principi notori che si basano sulla letteratura tecnica, concentrandoci su una forma ottimale e quindi abbiamo individuato l’acciaio giusto“.

 In virtù della sua eccellente formabilità, l’acciaio Strenx® 700 MC Plus si è dimostrato la qualità ottimale per il braccio e le strutture ausiliarie e ha consentito di realizzare la forma ottimizzata del tagliasiepi. Le aree esposte all’usura, in prossimità della testata trinciante, sono realizzate in laminato a freddo Hardox® 450.

“La complessità del progetto ha richiesto la necessità di disporre degli utensili giusti; anche l’ordine di saldatura è stato fondamentale“ afferma Henry-Lefort. “È stato un processo impegnativo, ma ne è valsa la pena visto il risultato ottenuto, che non sarebbe mai stato raggiunto senza l’acciaio altoresistenziale“.

Vantaggi diretti

Il risultato finale è stato il PA 4830 VFR, un tagliasiepi con dimensioni compatte eccellenti e prestazioni impressionanti.

“Il vecchio braccio pesava 530 kg rispetto ai 450 kg del nuovo PA 4830 VFR, che offre anche mezzo metro di estensione variabile anteriore in più” spiega John Frank, Engineering Manager di McConnel. “Questo significa anche che possiamo mettere la macchina su un trattore più piccolo, che è più economico in termini di efficienza del carburante. Nel complesso, si utilizza anche meno acciaio”.

My Inner Strenx® approvato

Il fatto che il nuovo tagliasiepi sfrutti appieno il potenziale dell’acciaio Strenx® e Hardox® di SSAB ha contribuito a far sì che fosse accolto nel programma My Inner Strenx® di SSAB.

My Inner Strenx® è un programma per costruttori che si prefiggono di realizzare i migliori prodotti possibili impiegando l’acciaio performante Strenx®. Esso consente un migliore accesso al supporto di SSAB ed è un modo per operatori e utenti finali di individuare produttori e prodotti realizzati con acciaio di qualità superiore e tecniche di produzione con qualità controllata.

Prospettive promettenti

Il nuovo VFR di McConnel è stato lanciato alla fiera Agritechnica 2017 di Amburgo ricevendo un riscontro molto positivo. Anche i test a lungo termine condotti con alcuni clienti hanno confermato l’interesse e sono già arrivati degli ordini.

“Abbiamo apprezzato il supporto e la qualità dell’acciaio di SSAB“ spiega Frank. “Altrimenti, il progetto sarebbe stato difficile da realizzare”.