180
Trasporto Una soluzione cementata per un produttore di autobetoniere attento alla qualità

Una soluzione cementata per un produttore di autobetoniere attento alla qualità

Intermix, produttore tedesco di autobetoniere, voleva realizzare tamburi per calcestruzzo più tenaci senza aumentare il peso dell'autocarro e senza compromettere la durata utile della betoniera. Con l'utilizzo dell'acciaio altoresistenziale tutto è possibile.

Intermix GmbH, uno dei leader europei nella produzione di autobetoniere, è stata fondata nel 1984 da Hans-Georg Stetter nei pressi di Memmingen, nel sud della Germania, e sviluppa e produce betoniere, attrezzature speciali e autobetoniere con una capacità che va dai 3 ai 15 metri cubi. Vende in tutto il mondo circa 800 macchine ai produttori di calcestruzzo pronto per l'uso; tutti i suoi prodotti sono fabbricati in Germania e Slovenia. Ha 35 dipendenti e, nel 2012, è stata acquistata da Putzmeister Holding GmbH, produttore di pompe per calcestruzzo che voleva ampliare la propria gamma.

La sfida

"Per i nostri clienti, tutto ruota intorno al carico utile e la sfida è non ridurre la durata utile dell'autobetoniera", dichiara Harald Reith, amministratore delegato di Intermix.

Niente di troppo complicato. Per aumentare il carico utile, si deve ridurre il peso del cassone e della struttura dell'autocarro. E per ridurre il peso dell'autobetoniera, è necessario utilizzare materiali più sottili nella sovrastruttura, soprattutto nella parte più grande dove gira il calcestruzzo - il tamburo - che è soggetto a un'usura altamente abrasiva.

"Se si riduce lo spessore della parete del tamburo, è necessario aumentarne la resistenza all'usura", spiega Reith. "Ed è qui che entra in scena SSAB".

La soluzione

"Abbiamo valutato diverse opzioni e siamo giunti alla conclusione che Hardox® è l'acciaio più resistente all'usura che ci sia per la nostra applicazione", conferma Reith.
Il tamburo e le spirali del nuovo miscelatore leggero di Intermix sono realizzati in Hardox 400 e Hardox 450 con uno spessore di 3 millimetri. Ciò ha ridotto il peso del cassone del miscelatore del 20% rispetto all'acciaio standard da 4,5 millimetri che l'azienda utilizza per il miscelatore standard.

Con l'uso di acciaio più sottile e altoresistenziale, l'ultima autobetoniera leggera di Intermix, che pesa circa 800 chili in meno rispetto a un miscelatore standard, per la prima volta in assoluto sarà in grado di eguagliare la durata utile di un miscelatore standard. Grazie anche a questo risultato, nel 2012 Intermix è diventato l'unico produttore di autobetoniere con licenza Hardox in My Body™.

"Il sogno è quello di avere un miscelatore leggero senza ridurre la durata utile, anzi, magari con una durata utile maggiore rispetto ai miscelatori standard", dichiara,"e manca poco".

Alta qualità: fattore determinante per sopravvivere sul mercato

La competizione in questo settore industriale è fortissima e avere prezzi concorrenziali è vitale. Tuttavia, secondo Reith la qualità non può essere messa in discussione, nonostante l'acciaio più sottile sia più costoso e nonostante Intermix abbia dovuto adattare alcuni dei suoi processi produttivi al nuovo acciaio altoresistenziale. "A lungo andare, solo i produttori di qualità sopravviveranno, e la qualità di un'autobetoniera risiede perlopiù nel materiale che si utilizza".