180
Rivestimento di zinco

Protezione contro la ruggine con rivestimento di zinco

Il rivestimento di zinco (Z) prodotto su entrambi i lati tramite zincatura a caldo aumenta la durata del prodotto finale e protegge l'acciaio dalla corrosione.

Il continuo processo di zincatura a caldo offre un'ampia gamma di protezione da Z100 a Z600 oltre ad un legame stretto tra il rivestimento e l'acciaio. Queste caratteristiche rendono i rivestimenti di zinco ben adatti alla formatura e agli ambienti corrosivi.

La composizione dello rivestimento di zinco è costituita quasi interamente da zinco (> 99%) ed è senza piombo, con conseguenti pagliette di zinco finemente cristallizzate che soddisfano elevati requisiti estetici. La resistenza alla corrosione fornita dal rivestimento di zinco è direttamente proporzionale allo spessore del rivestimento. Il rivestimento Z600 (42 µm su entrambi i lati) può raggiungere una durata fino a 80 anni. Pertanto, in alcune applicazioni, la zincatura dei componenti finiti può essere sostituita utilizzando un acciaio rivestito Z450 o Z600 semplificando l'intero processo.

A causa della natura sacrificale dello zinco, il rivestimento fornisce protezione a superfici in acciaio esposte alla corrosione, come lame e zone dove il rivestimento è danneggiato (graffi, urti, ecc.). La completa protezione dalla corrosione si realizza anche in aree pesantemente formate grazie ad una bassa tendenza al peeling, un basso coefficiente d'attrito e un'ottima aderenza del rivestimento.

SSAB offre rivestimenti di zinco con vari spessori di rivestimento, qualità delle superfici e trattamenti superficiali per soddisfare le esigenze di varie applicazioni.

Spessore del rivestimento

Designazione del rivestimento Grammatura minima del rivestimento, entrambe le superfici (g/m2) * Valore tipico di orientamento per lo spessore del rivestimento di ogni superficie (μm)
Z100 100 7
Z140 140 10
Z180 180 13
Z200 200 14
Z225 225 16
Z275 275 20
Z350 350 25
Z450 450 32
Z600 600 42

* in prova triplo punto

Oltre a questi spessori di rivestimento di zinco, in conformità alla EN 10346:2015, l'offerta include diversi rivestimenti asimmetrici con grammatura minima del rivestimento per ogni superficie e altre specifiche OEM che sono disponibili su richiesta.

Lavorazione dell'acciaio zincato

Formatura

In generale, il rivestimento di zinco (Z) sopporta gravi deformazioni grazie alla sua duttilità e alla buona condotta per attrito. Di conseguenza, gli stessi processi di formatura utilizzati per gli acciai non rivestiti, possono essere applicati agli acciai zincati senza modifiche sostanziali alle condizioni di processo. Piccole differenze nel comportamento della superficie potrebbero richiedere alcune modifiche, per esempio nella lubrificazione, nella geometria degli utensili e nelle forze di tenuta. Il rivestimento in metallo ha la caratteristica vantaggiosa di servire come lubrificante, che funziona perfettamente con pressioni superficiali basse e moderate che si verificano durante la formatura. Le prestazioni di piega delle lamiere rivestite con masse di rivestimento fino a 275 g/m2 possono essere considerate uguali a quelle delle stesse lamiere non rivestite.

La formatura degli acciai rivestiti dipende dalle scelte fatte in merito alla geometria del componente, la qualità dell'acciaio, il tipo di rivestimento e lo spessore, la qualità della superficie e la protezione, nonché l'utensile utilizzato nella formatura. 

Saldatura

Gli acciai rivestiti possono essere saldati mediante varie tecniche di saldatura tra cui diversi metodi di saldatura per resistenza, saldatura laser e saldatura ad arco. Quando si osservano scrupolosamente le istruzioni di saldatura, le proprietà meccaniche dei giunti saldati sono uguali a quelle degli acciai non rivestiti. 

I metodi della saldatura per resistenza, come la saldatura a punti, sono i più comuni e garantiscono ottimi risultati con acciai rivestiti. Le proprietà anticorrosive della zincatura rimangono intatte principalmente nella zona della saldatura a punti correttamente eseguita. La saldatura a punti di materiale rivestito richiede una maggiore corrente e una forza di elettrodo rispetto a quella per acciai non rivestiti, a causa della resistenza di contatto inferiore del rivestimento. Allo stesso modo l'aumento di spessore di rivestimento fa aumentare leggermente la corrente di saldatura richiesta. Pertanto, per migliorare la saldabilità e raggiungere una durata più lunga degli elettrodi di saldatura, si raccomanda di evitare rivestimenti inutilmente spessi nei punti dove serve saldare. Il rivestimento Galvannealed (ZF) è consigliato per applicazioni con numerose saldature per resistenza.

La saldatura laser è ideale anche per materiali rivestiti grazie alla saldatura stretta (solo pochi millimetri) e con basso apporto di calore. Quando vengono utilizzati i metodi di saldatura per fusione, l'apporto di calore deve essere il minimo possibile al fine di limitare la zona riscaldata nella lamiera rivestita in metallo. Similmente alle zone graffiate del rivestimento, anche nella saldatura stretta l'effetto sacrificale della zincatura fornisce una protezione catodica contro la corrosione. Tuttavia, si raccomanda di verniciare o proteggere la zona di saldatura con un altro rivestimento appropriato dopo il processo di saldatura per fusione.

La ventilazione del posto di lavoro deve essere organizzata correttamente perché la saldatura di acciai zincati produce fumi di saldatura contenenti ossido di zinco. 

Giunzione

Tutti i rivestimenti di zinco sono adatti per l'incollaggio adesivo, a condizione che la superficie sia compatibile con l'adesivo (adesivo epossidico, acrilico o poliuretanico) utilizzato. Uno dei vantaggi dell'incollaggio è che conserva le proprietà anticorrosione del rivestimento perché il rivestimento rimane fondamentalmente intatto nella zona di giunzione. Al fine di garantire una buona adesione, eventuali oli o impurità devono essere accuratamente rimossi dalle superfici da verniciare. Il rivestimento organico (TOC) è consigliato in molti casi e garantisce una migliore superficie per l'incollaggio. La compatibilità della superficie con l'adesivo utilizzato dovrebbe essere considerata sempre caso per caso. 

Verniciatura 

Oltre a fornire il colore desiderato per il prodotto finale, la verniciatura serve a migliorare ulteriormente la protezione contro la corrosione del prodotto finale. La qualità della superficie B sottoposta a skin passatura è consigliata quando si richiede un'alta qualità della superficie verniciata. 

Il rivestimento di zinco fornisce un buon substrato per la verniciatura se la superficie è stata preparata correttamente e vengono utilizzate le giuste vernici. Al fine di garantire una buona adesione, eventuali oli o impurità devono essere accuratamente rimosse dalle superfici da verniciare. Il prodotto può essere pretrattato con fosfatazione a zinco o pretrattamento alternativo adatto per acciaio rivestito a base di zinco nell'impianto di destinazione per migliorare l'adesione del rivestimento.